Teste Mobili Scanner

Teste Mobili,Teste Rotanti,Fari Motorizzati o Intelligenti.. 

 

Chiamali come preferisci,si tratta comunque della più evoluta espressione dei corpi...

Teste Mobili,Teste Rotanti,Fari Motorizzati o Intelligenti.. 

 

Chiamali come preferisci,si tratta comunque della più evoluta espressione dei corpi illuminanti per lo spettacolo!

Pur offrendo prestazioni illuminotecniche simili a quelle degli scanner (regolazione continua e strobo, colorazione, sagomatura, variazioni di ampiezza del fascio e altri effetti) hanno la prerogativa di una maggiore orientabilità del fascio, oltre alla silenziosità di funzionamento.

Ciò che si sposta, infatti, per dinamicizzare i fasci luminosi, non è uno specchio incernierato, bensì tutto il corpo dell'apparecchio contenente la sorgente luminosa e tutte le componenti ottico meccaniche.

L'orientabilità dei modelli più recenti è di 540°pan (movimenti rotatori intorno all'asse verticale) e 306°tilt (movimenti rotatori intorno all'asse orizzontale), con step (passi) molto piccoli, rispettivamente di 0.013° e di 0.007°, valori che fanno capire come sia possibile un orientamento estremamente accurato e preciso.

E' chiaro che questi illuminatori, grazie alla potenza della lampada montata, inviano luce a distanze notevoli e quindi anche una piccola frazione di grado ha la sua importanza nel puntamento del fascio.

Questi valori attinenti all'orientabilità permettono di inviare il fascio praticamente in qualsiasi direzione.

Si consideri poi che sussiste la massima libertà nel posizionare la base dei proiettori (con la testa mobile rivolta verso il basso, verso l'alto o in diagonale), su un piano di ancoraggio orizzontale oppure obliquo.

Da notare, per quanto riguarda la rumorosità, che il tipo a testa mobile non contiene la ventola di raffreddamento come accade nello scanner; per questa ragione l'apparecchio è più silenziosa, una caratteristica molto apprezzata in teatro, sui set televisivi e cinematografici.

                                                          PREZZI TESTE MOBILI

 Ma vediamo quali sono le ragioni fondamentali alla base del successo di mercato di questi tipo di apparecchi che rientrano nella famiglia dei proiettori "intelligenti".

Cominciamo con l'analizzare in che cosa essi si differenziano dai comuni apparecchi proiettori.

Nel mondo dello spettacolo e dell'intrattenimento la luce è usata per creare scenografie, effetti, atmosfere, ambientazioni adatte ai luoghi, al particolare evento, al personaggio in scena, al pubblico, spesso protagonista dello spettacolo.

 Infinite sono le variabili che concorrono insieme a definire il ruolo della luce.

In generale l'impianto di illuminazione deve fornire una molteplicità di prestazioni e già il singolo corpo illuminante deve avere la caratteristica della multi- funzionalità.

Il proiettore diventa uno strumento nelle mani del progettista delle luci, il lighting designer, deve essere in grado di produrre un'ampia gamma di effetti.

Occupiamoci, dunque, delle più diffuse prestazioni illuminotecniche dei proiettori a testa mobile.

Ovviamente i modelli più sofisticati e di maggior costo sono quelli che offrono la serie completa delle prestazioni.

Ogni azione del proiettore a testa mobile eseguita dai suoi dispositivi interni, a cui corrisponde uno specifico effetto luminoso, è governato da una centralina elettronica, un piccolo cervello elettronico (da cui la definizione di proiettori "intelligenti"), che permette di ordinarle in una sequenza, quindi di legare un effetto ad un altro in un certo intervallo temporale, secondo un programma stabilito dall'operatore.

proiettori più evoluti hanno numerosi "canali" disponibili (si può arrivare fino a 36 canali), cioè percorsi, indipendenti l'uno dall'altro, per far pervenire i segnali di comando ad altrettanti dispositivi attuatori.

Così, per esempio, è possibile cambiare la colorazione di un fascio luminoso e nello stesso tempo ridurne o incrementarne l'angolo di apertura.

Il programma si compone di una serie di comandi che il light designer trasmette al proiettore attraverso una consolle di comando collegato via cavo.

Il proiettore riceve ed elabora dei segnali codificati secondo protocolli standard (i più noti recano le sigle DMX512 e RS232).

Una volta programmato, l'apparecchio è nella condizione di eseguire la sua sequenza di effetti senza alcuna variazione, in modo esattamente identico, per il numero voluto di cicli.

L'"intelligenza" del proiettore sta nel percepire delle istruzioni e nell'eseguirle fedelmente.

Le istruzioni sono memorizzate, questo significa che ad ogni replica dello spettacolo le sequenze si riproducono in modo assolutamente identico, senza alcun  intervento da parte dell'operatore.

 

Teste Mobili,Teste Rotanti,Fari Motorizzati o Intelligenti...

Chiamali come preferisci,si tratta comunque della più evoluta espressione dei corpi illuminanti per lo spettacolo!

Grazie a : http://www.accademiadellaluce.it

Più

Teste Mobili Scanner Ci sono 23 prodotti.

per pagina
Vedi 1 - 12 di 23 articoli